Fare la mamma non è semplice: coniugare il lavoro con gli affetti e la cura della casa. Sitly è #conlei dal 2009
Il ‘mestiere’ delle mamme si sa, non è facile. C’è da gestire la casa, fare la spesa, crescere e educare i figli ma anche giocare con i propri bambini.
Purtroppo il sistema ‘vita’ di oggi non permette ad una mamma di trascorrere molto tempo con i propri bambini. Sappiamo tutti che l’ideale sarebbe poter avere un lavoro part time, quando i bimbi sono a scuola o all’asilo, e poi condividere i pomeriggi insieme… Ma sappiamo che è un’utopia.
In Italia il 43% dei genitori intervistati, secondo un’indagine svolta da Sitly (ex Sitter Italia), primo portale in Italia per la ricerca di baby sitter, dichiara di essere alla ricerca di una baby sitter, considerandola un’alternativa di child care seconda solo agli asili nidi o alle scuole materne.
Abitualmente i genitori si muovo per individuare una baby sitter per accudire i figli durante il giorno (45,51%) o dopo la scuola (il 42,31%); il 14% circa per l’assistenza serale.
Quasi la metà dei genitori dichiarano di preferire una baby sitter rispetto ad una struttura (pubblica o privata che sia), per la flessibilità che la collaboratrice offre (43% degli intervistati), ma rilevante è anche la convinzione che la figura della baby sitter sia comunque migliore, in un’ottica educativa, rispetto al nido o al doposcuola (11%).
Sitly è presente in Italia dal 2013 – sebbene il progetto sia nato nel 2009 in Olanda – proprio per venire incontro alle donne, alle mamme, offrendo la possibilità di individuare on line i profili che più interessano grazie a dei filtri di selezione (la geolocalizzazione prima di tutto, poi la formazione, la disponibilità oraria, le lingue parlate, la disponibilità a guidare la macchina per menzionarne alcuni) e iniziare poi a fare una scrematura. Le famiglie possono infine contattare le aspiranti tate e fissare un colloquio. E’ sempre consigliabile stabilire un periodo di prova per verificare la fattibilità della collaborazione.
In questo senso Sitly è #conlei: perché è un servizio che vuole supportare la mamma nella sua vita quotidiana.

Ed è per questo che il 4 marzo sarà in piazza San Carlo come partner di #JustTheWomanIAm