Silvia Orlando 36 anni, (Libera professionista, fondatrice di Turin Business Network Donna Italia e mamma runner). AMBASCIATRICE 2018 di #JustTheWomanIAm!

1) Che donna è Silvia nella vita quotidiana e quali sono le difficoltà che si trova ad affrontare?
Sono una moglie e una mamma che, con desiderio, passione e tenacia, si occupa della sua famiglia e porta avanti i suoi sogni, tra cui TBNDonna, il suo nuovo progetto tutto al femminile.

2) Quali sono i pro e i contro di essere una donna nel mondo del lavoro?
Una donna non deve mai sottovalutare l’importanza di aver un ruolo sociale anche come lavoratrice, è importante anche per essere delle donne e delle mamme felici. Coltivare i propri sogni e sentirsi utile, infatti, è forse il modo più importante per sentirsi davvero viva. Ancora oggi in Italia si verificano casi di donne che non hanno il medesimo trattamento economico che avrebbe un uomo se ricoprisse il loro stesso ruolo e, questo aspetto, è sicuramente negativo (anche se bisogna riconoscere che da questo punto di vista l’Italia è uno dei paesi più egalitari tra tutti i paesi sviluppati). Di contro però la donna sta finalmente iniziando a ricoprire posizioni e ruoli di responsabilità fino a qualche tempo fa impensabili e questo è certamente un aspetto che ci fa ben sperare in un futuro migliore.

3) Raccontaci un po’ di te, mamma, libera professionista e fondatrice di Turin Business Network Donna…
Mi occupo da molti anni di comunicazione e di marketing e, dopo la nascita della mia piccola, sono ritornata ad essere una libera professionista cosa che mi permette di gestire in maniera flessibile il mio tempo e di poter seguire il mio nuovo progetto TBNDonna. Turin Business Network Donna ha come suo principale obiettivo quello di diventare un servizio di supporto per le donne di Torino e non solo che, mamme o non, libere professioniste in attività o con il sogno di diventarlo, lavoratrici dipendenti o a progetto, artigiane o impiegate, sentano la necessità di trovare un sostegno per orchestrare al meglio la propria vita professionale e familiare, in un momento magari particolarmente impegnativo della propria vita. La maternità, per esempio, come altri eventi importanti, può essere vissuto da molte di noi come uno “tsunami” che arriva e spazza via ogni tua certezza e non solo con conseguenze positive. Sapere quindi, di poter contare su un gruppo di donne e su un network di professioniste che danno e vogliono continuare a dare la giusta rilevanza alla realizzazione di sé e alla propria identità professionale e che non vogliono smettere di pensare al raggiungimento dei propri sogni, credo che sia ciò di cui molte di noi hanno bisogno. Sono anche una donna sportiva, adoro nuotare e correre anche con mia figlia piccola, utilizzando il passeggino da running, e andare a passeggio per la nostra bella città con mio marito (che però ama camminare, non correre). Lo sport è sempre stato parte integrante della mia vita, una passione che mi auguro di trasmettere anche a mia figlia. Tutti possiamo infatti trovare del tempo durante la settimana o nel week-end per praticare l’attività sportiva che più ci piace che, oltre a far bene alla salute, ci far star bene anche psicologicamente.

4) Siamo ormai giunti alla quinta edizione di JUST THE WOMAN I AM, manifestazione che si terrà domenica 4 marzo in Piazza San Carlo a Torino a favore della ricerca universitaria sul cancro. Cosa ne pensi di questo evento unico nel suo genere?
Penso che sia un importante momento di condivisione e un grande evento solidale che unisce tre aspetti distintivi dell’essere donna: forza, creatività e altruismo.

Come Silvia, sostieni anche tu la ricerca universitaria sul cancro, iscrivendoti alla corsa non competitiva o alla camminata di domenica 4 marzo in Piazza San Carlo a Torino.
Iscrizioni su www.torinodonna.it/iscrizioni

FOLLOW US

Facebookfacebook.com/torinodonna (LIKE US!)
Instagram@torinodonna
Twitter
twitter.com/TorinoDonna