Nella Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne vogliamo parlarVi di prevenzione senza perdere il sorriso, con il progetto #unpugnodisorrisi dedicato alla Difesa Personale Femminile.

L’obiettivo è spiegare come provare a cavarsela in una serie di situazioni-tipo in cui una qualunque donna potrebbe trovarsi sfortunatamente coinvolta (a terra, in piedi, per strada ecc..) e dimostrare che la difesa personale femminile può essere un’attività alla portata di tutte.

un pugno di sorrisi
Costanza Coen. Alessandro Saglietti, Alessandro Bruyere ed Eleonora D’Elicio

In 5 episodi grandi protagoniste e protagonisti del mondo dello sport ci aiuteranno in questa importante iniziativa di sensibilizzazione. Le protagoniste dei video, sono donne inesperte nei campi delle arti marziali e degli sport da combattimento, ma anche atlete di rilievo del panorama torinese e nazionale,  “rubate” ai loro sport per un giorno, per sostenere la causa di Torino Donna – Just The Woman I Am. A fare loro da “insegnanti”, maestri o atleti di alto profilo nel panorama delle arti marziali e degli sport da combattimento.

A volte basta un po’ di sangue freddo, una leva, una mossa per uscire rapidamente da una situazione potenzialmente pericolosa. Un piccolo contributo per far sentire le donne più sicure, invitarle a iscriversi a un corso di difesa personale femminile o anche solo a prendere confidenza con i movimenti illustrati nei video, magari con l’aiuto di mariti, fidanzati, fratelli o amici, affinché anche questo tipo di prevenzione diventi un gioco di squadra.

In questo primo episodio spiega come fare a mantenere la distanza in caso di aggressione e ad aiutarci sono la più volte campionessa italiana di pattinaggio artistico su ghiaccio Giada Russo e Savio Loria, allenatore della Nazionale Senior di Karate, 11 volte campione italiano e per ben, 26 volte vincitore di medaglie d’oro in competizioni internazionali, insomma l’atleta più medagliato nella storia delle Fiamme Gialle.

Nella seconda puntata la ex-cestista Costanza Coen e il judoka Alessandro Bruyere ci mostrano come liberarsi in caso di aggressione con presa ai polsi.

Nella terza puntata Eleonora D’Elicio e Alessandro Saglietti ci mostrano come liberarsi in caso di aggressione al collo con due mani.

Nella quarta puntata la pallavolista Daniela Gobbo e il pluridecorato boxeur Roberto Cocco ci mostrano come liberarsi in caso di aggressione al collo alle spalle.

Nella quinta e ultima puntata Valeria Bonalume ed Erica Vai illustrano la mossa anti-stupro.

Questo era l’ultimo dei nostri 5 episodi. Speriamo di avervi fatto venire voglia di iscrivervi a un corso di difesa personale femminile e che condividerete questi video con le donne della vostra vita, affincè il più alto numero di donne sia sensibilizzato su questo tema!

Il nome del progetto #unpugnodisorrisi, richiama l’espressione un pugno di riso, che rimanda alla cucina, mondo tipicamente femminile e contiene la parola pugno, che però è svuotata dall’originario contenuto violento. Un progetto realizzato in collaborazione con FAB – Fondo Assistenza e Benessere, Sport & Benessere e la Sezione Lotta del CUS Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *