wikimedia commons

“Non volevo essere responsabile dei cambiamenti che non avvenivano. Del loro continuare a ritardare le azioni che i giovani chiedono sull’ambiente, sul femminismo”. Così Ofelia Fernández, classe 2000, la più giovane parlamentare dell’America Latina, ha spiegato i motivi che l’hanno portata ad entrare in politica. Il Time, l’ha definita una delle leader della prossima generazione. La giovane di Buenos Aires, a poco meno di 20 anni, è riuscita ad arrivare in parlamento, a seguito delle ultime elezioni legislative del 27 ottobre 2019 dove è stata eletta con il partito peronista di sinistra Frente de Todos, diventando membro della legislatura cittadina di Buenos Aires.

“Giuro per la mia generazione e per tutta l’America Latina”, ha detto durante la cerimonia del suo insediamento, mostrando la propria voglia di dare un contributo attivo per perseguire la strada del cambiamento. 

Ofelia Fernández, definita chiquita y peleona, piccola e attaccabrighe ha iniziato la sua esperienza da attivista a 14 anni, a scuola, mobilitando i coetanei.

Le sue battaglie sono diventate virali anche grazie ai social (su Instagram ha quasi 500mila follower) e viene paragonata alla collega statunitense Alexandria Ocasio-Cortez. Da nord a sud, il continenete americano ha due rappresentanti del cambiamento, simbolo delle nuove generazioni di donne in politica, che in comune hanno la capacità concreta di orientare l’attenzione politica verso la protezione dell’ambiente e dei diritti umani, in particolare delle minoranze.

Scopri di più: https://metropolitanmagazine.it/ofelia-fernandez-dopo-anni-di-attivismo-e-la-piu-giovane-parlamentare-dellamerica-latina/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *